Sul trasporto pubblico

Il sistema di trasporto pubblico è essenziale per caratterizzare quanto una città è può connettere bene i suoi quartieri e i suoi abitanti. Pertanto, il progetto del rilancio di Torino deve comprendere azioni efficaci sul suo sistema di Trasporto Pubblico Locale. Questo, come ogni servizio da potenziare in tutta l’area metropolitana, deve tornare ad essere parte fondamentale di un piano più ampio di sviluppo della Città.

I vantaggi del trasporto pubblico

Un piano razionale e moderno del TPL, che sviluppi un trasporto pubblico capillare ed efficiente, porta notevoli ricadute positive sullo sviluppo dei territori. Tra queste citiamo le seguenti:

🧡 recupero dei quartieri periferici;

🧡 attrazione di investimenti ed imprese;

🧡 contrasto del progressivo calo demografico;

🧡 aumento del valore del patrimonio immobiliare;

🧡 miglioramento della qualità della vita;

🧡 graduale riconversione alla mobilità green.

La situazione attuale

La nostra città è sempre stata storicamente innovativa nel suo trasporto pubblico, ma negli ultimi decenni lo spirito avanguardista e la visione strategica sono venuti meno. Ci siamo dunque ritrovati con un sistema di trasporti progressivamente ridotto in periferia (emblematico il caso della linea 15) o stravolto senza un reale confronto con le necessità del territorio (linea 18, ad esempio).

L’ultima amministrazione, dopo aver preso in gestione una GTT consegnata in pessime condizioni economiche, ha inseguito il consenso popolare sbandierando la messa in opera di chilometri di piste ciclabili prive di interconnessioni, spesso pericolose e poco utili ad una reale conversione a nuove forme di mobilità, concentrandosi su una corsa demagogica e poco utile allo scopo.

Il trasporto pubblico per la prossima amministrazione

🧡 La prossima amministrazione dovrà farsi carico di una situazione certo non rosea, mettendo mano ad una revisione dell’attuale piano del trasporto pubblico ormai vetusto. Dovrà prevedere un potenziamento delle linee secondo i nuovi flussi di traffico e di crescita della Città Metropolitana, anche attraverso un potenziamento ed un efficientamento delle linee del Servizio Ferroviario Metropolitano (SFM) ed una loro efficace interconnessione alle linee urbane.

🧡 Nel corso di questi ultimi anni diverse linee che viaggiavano su rotaia, anche in carreggiata protetta, sono state trasferite su gomma. Questa decisione va in direzione opposta a quanto seguito dalle grandi città europee, Infatti, queste ultime potenziano le linee tranviarie più efficienti, puntuali ed eco sostenibili rispetto al trasporto su gomma. Un potenziamento del TPL dovrebbe passare da un ritorno di linee ad alta capacità su rotaia ed in corsia protetta.

🧡 Il prolungamento della linea M1 della metro dovrà essere terminata e consegnata in tempi certi. Per la stessa M1 dovrà essere previsto un funzionamento h24 come in qualsiasi grande città europea. I lavori per la linea M2 dovranno essere veloci per fornire una nuova fondamentale infrastruttura di trasporto pubblico alla Città nel più breve tempo possibile.

🧡 Il sistema di ciclabili oggi poco efficace, dovrà essere rivisto e condiviso con circoscrizioni e quartieri in modo da essere realmente utile ai territori ed efficace nella conversione ad una mobilità più sostenibile.

Conclusioni sul trasporto pubblico

Chi guiderà Torino nei prossimi anni dovrà avere ben chiaro la tipologia di città che vorrà costruire, dovrà avere una visione strategica dello sviluppo del territorio urbano e metropolitano e dovrà prevedere servizi ed infrastrutture aderenti ed utili alla linea che verrà impostata per il futuro.

Un trasporto pubblico efficiente ed efficace ha ricadute positive sociali, economiche e sanitarie. Migliorarlo, potenziarlo e condividerne le scelte in ambito circoscrizionale e territoriale dovrà essere una delle priorità da cui partire per costruire la Torino di domani.

🔴 Torino ha bisogno di idee per unire e costruire, non di ideologie per dividere e gestire potere.

Claudio Desirò